10315_2.jpg

IL BUDGET DI SALUTE E LA PRESA IN CARICO DELLE PERSONE FRAGILI. Profili giuridici di uno strumento innovativo di partenariato pubblico-privato.
Di Alceste Santuari.
Il Budget di Salute rappresenta uno strumento innovativo ed efficace di integrazione sociosanitaria e di promozione dell'inclusione sociale delle persone fragili. Esso è in grado di contemplare percorsi, progetti e interventi personalizzati di cura, di riabilitazione, di inserimento lavorativo e di autonomia delle persone fragili.
Le finalità e le attività ricomprese nel BdS rendono questo "schema di gioco" giuridico e programmatorio funzionale alla garanzia dei livelli essenziali delle prestazioni ai sensi dell'art. 117, comma 2, lett. m) della Costituzione.

Il Budget di salute e la presa in carico delle persone fragili.

download.jpg

I Budget di salute e il welfare di comunità. Metodi e pratiche. Testo di Angelo Righetti.
Medico specializzato in psichiatria, neurologia, epidemiologia e farmacologia. E' Responsabile di salute mentale della Conferenza Permanente Partenariato Euromediterraneo ed esperto del Organizzazione Mondiale della Sanità e dell’ONU. E’ stato fra i principali collaboratori di Franco Basaglia nella preparazione delle linee direttrici della legge che ha portato alla chiusura dei manicomi. E’ fondatore e critico di diverse riviste di scienze umane e di salute mentale, oltre che coordinatore di numerose commissioni nazionali. Come “imprenditore sociale” ha fondato alcune cooperative solidaristiche di produzione e lavoro operanti in campo nazionale e internazionale.

I Budget di salute e il welfare di comunità. Metodi e pratiche

Global-Carbon-Footprint-724x1024.png

"In questo articolo , Lucas Chancel stima la disuguaglianza globale delle emissioni di gas serra (GHG) tra il 1990 e il 2019, sulla base di un set di dati globale appena assemblato sulla disuguaglianza di reddito e ricchezza dal World Inequality Database e sulle tabelle Environmental Input-Output. I dati mostrano che il 10% più ricco della popolazione mondiale emette quasi il 48% delle emissioni globali nel 2019, l'1% più ricco emette il 17% del totale, mentre la metà più povera della popolazione mondiale emette il 12% delle emissioni globali". (Dal sito: https://wid.world/fr/news-article/climate-change-the-global-inequality-of-carbon-emissions-2/ )

Climate Change
4luglio-ok.jpg

La Carta di Algeri è frutto di una riunione non ufficiale di esperti e politici, tra cui l'italiano Lelio Basso, il 4 luglio del 1976 nel duecentesimo anniversario della Rivoluzione americana. Proprio per la sua natura ufficiosa ed informale, non essendo un accordo tra Stati, tale Carta non risulta coercitiva e vincolante, tuttavia rappresenta un punto di arrivo importante per l'evoluzione del diritto in questione e contribuisce a far chiarezza su alcuni aspetti che risultavano ancora oscuri. È stabilito che ogni popolo ha diritto ad un governo che rappresenti tutti i cittadini senza distinzione di razza, sesso, opinione o colore, e che sia capace di assicurare il rispetto effettivo dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali per tutti (art. 7); viene ribadito con forza anche l'imprescrittibilità e l'inalienabilità dell'esercizio del diritto (art. 5); e il diritto ad un'autodeterminazione esterna in caso di dominazione coloniale, straniera o razzista(art.6). DA: https://it.wikipedia.org/wiki/Carta_di_Algeri:_Dichiarazione_Universale_dei_Diritti_dei_Popoli

La Dichiarazione di Algeri

alma-sabatini-2-la-stanza.webp

Parità di genere: "Nel 1987 l’uscita di un rivoluzionario volumetto, Il sessismo nella lingua italiana di Alma Sabatini, pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, allarga il dibattito all’ambito sociolinguistico e arriva a interessare attraverso la stampa anche il grande pubblico. Lo scopo del lavoro era politico e si riallacciava a quello di (ri)stabilire la “parità fra i sessi” – obiettivo all’epoca di primaria importanza – attraverso il riconoscimento delle differenze di genere (inteso come gender, concetto elaborato anch’esso in ambito statunitense, cioè l’insieme delle caratteristiche socioculturali che si legano all’appartenenza a uno dei due sessi)". (da Cecilia Robustelli in https://www.treccani.it/magazine/lingua_italiana/speciali/femminile/Robustelli.html

Il sessismo nella lingua italiana

Parità di genere MIUR

Neutralità di genere linguaggio UE

R_Atlante_OsMed.jpg

L’Agenzia Italiana per il Farmaco (Aifa) ha pubblicato il primo Atlante delle disuguaglianze sociali nell’uso dei farmaci, un rapporto che analizza il consumo di medicine alla luce delle disparità socio-economiche sul territorio italiano. Il rapporto, che si basa sui dati del 2018, si concentra sui farmaci utilizzati nel trattamento delle malattie croniche

Atlante

Screenshot 2021-07-20 at 15-05-53 HOME WebJournal Classe IA.png

WebJournal IA Diritti Umani Liceo Statale F. De Sanctis Salerno. La testata giornalistica dei ragazzi della IA. I giovani studenti hanno scelto gli articoli inerenti i Diritti umani e raccolti in unico file.

WebJournal IA Diritti Umani

4984_210x160.jpg

Max Planck Institute for Human Development pubblica ogni tre anni un rapporto di ricerca, in tempo per la riunione del Comitato Scientifico dell'Istituto. Documenta le attività scientifiche dell'Istituto per il rispettivo periodo di tempo del Rapporto. L'ultimo è relativo al triennio 2017/2020.

Rapporto di ricerca 2017/2019-20

braccianti-caporalato-pubblicdom-890x395_c.jpg

DOCUMENTO APPROVATO
DALLE COMMISSIONI RIUNITE
XI (LAVORO PUBBLICO E PRIVATO)
E XIII (AGRICOLTURA)
nella seduta del 12 maggio 2021
(La grande piaga del caporalato agricolo

Documento

Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità
La Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità è uno strumento concreto che consente di combattere le discriminazioni e le violazioni dei diritti umani. L'Assemblea delle Nazioni Unite ha approvato la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità nel dicembre 2006.

Convezione

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) si inserisce all’interno del programma Next Generation EU (NGEU), il pacchetto da 750 miliardi di euro, costituito per circa la metà da sovvenzioni, concordato dall’Unione Europea in risposta alla crisi pandemica. La principale componente del programma NGEU è il Dispositivo per la Ripresa e Resilienza (Recovery and Resilience Facility, RRF), che ha una durata di sei anni, dal 2021 al 2026, e una dimensione totale di 672,5 miliardi di euro (312,5 sovvenzioni, i restanti 360 miliardi prestiti a tassi agevolati).

Testo del Piano

Le conferenze mondiali sulle donne si sono svolte a Città del Messico (1975), Copenaghen (1980), Nairobi (1985), Pechino (1995), New York (2005) e Milano (2015). Convocate dalle Nazioni Unite negli ultimi decenni, queste conferenze sono al centro dell'agenda globale per l'uguaglianza tra uomo e donna, attraverso l'individuazione di obiettivi comuni e l'adozione di un piano d'azione per il progresso della condizione femminile. Alla fondazione delle Nazioni Unite, nel 1945 solo in 30 paesi (sui 51 fondatori) le donne godevano del diritto elettorato attivo e passivo. Lo Statuto delle Nazioni Unite ebbe il merito di riferirsi agli "uguali diritti di uomini e donne" nel momento in cui si sanciva la "fede (dell'Organizzazione) nei diritti umani fondamentali" e la "dignità e il valore della persona umana". 
La Conferenza di Pechino ha affermato la necessità di spostare l'accento sul concetto di sesso, sottolineando come le relazioni uomo-donna all'interno della società, dovessero essere riconsiderate, mettendo le donne su un piano di parità con l'uomo in tutti gli aspetti dell'esistenza. Oltre a ciò, in questa occasione si ribadisce che i diritti delle donne sono diritti umani nel significato più pieno del termine. La conferenza ha altresì introdotto i principi di empowerment e mainstreaming, affermando come valore universale il principio delle pari opportunità tra i generi e della non discriminazione delle donne in ogni settore della vita, pubblica e privata.

Dichiarazione di Pechino 1995

Convenzione sui diritti umani e la biomedicina.
La convenzione sui diritti umani e la biomedicina o convenzione di Oviedo è il primo trattato internazionale sulla bioetica, firmato ad Oviedo il 4 aprile 1997. La convenzione è stata redatta in inglese e francese. L'idea di redigere un accordo internazionale per regolare questa materia è stata del Consiglio d'Europa. Per attuare ciò fu costituita una commissione scientifica di esperti nella materia.

Convenzione

L'indice di sviluppo umano è un indicatore di sviluppo macroeconomico elaborato nel 1990 dall'economista pakistano Mahbub ul Haq, seguito inizialmente anche dall'economista indiano Amartya Sen.
Strettamente connesso è Il coefficiente di Gini, introdotto dallo statistico italiano Corrado Gini, è una misura della diseguaglianza di una distribuzione. È spesso usato come indice di concentrazione per misurare la diseguaglianza nella distribuzione del reddito o anche della ricchezza. È un numero compreso tra 0 ed 1

Report Indice 2016

Memorie di uno schiavo fuggiasco di Frederick Douglass, traduzione di M. G. Fabi, Manifesto Libri, 2011, p. 173 da 
https://www.solidaritenordsud.net/res/site104700/res716231_MEMORIE-DI-UNO-SCHIAVO-FUGGIASCO.pdf
Frederick Douglass, nome di battesimo Frederick Augustus Washington Bailey, è stato un politico, scrittore, editore, oratore, riformatore, abolizionista e sostenitore del diritto di voto per le donne statunitense. Il testo, famoso tra i memoriali pubblicati da schiavi fuggiaschi e liberati, é una delle opere che ebbero maggiore influenza sul movimento abolizionista negli Stati Uniti d'America.

375px-Frederick_Douglass_(circa_1879).jpg

MANIFESTO DI VENTOTENE. Questo manifesto venne scritto nel giugno del 1941 e di nuovo redatto nell'agosto dello stesso anno in una seconda forma nella quale non vi furono variazioni di sostanza, ma solo una migliore disposizione della materia e quelle modifiche dettate dalla necessità di tener conto dell'ingresso dell'U.R.S.S. in guerra. http://www.altierospinelli.org/manifesto/it/prefazione1943it_it.html

9788800855617_0_536_0_75.jpg

RAPPORTO IPCC 2021
Il primo volume (WG1) del Sesto Rapporto di Valutazione dell'IPCC, la più aggiornata e completa rassegna scientifica sui cambiamenti climatici mostra come e perché il clima è cambiato fino ad oggi. Una raccolta dei più recenti avanzamenti su numerosi ambiti di attività, come le osservazioni climatiche, le simulazioni climatiche globali e regionali, la comprensione dei processi, il paleoclima.

1200px-Intergovernmental_Panel_on_Climate_Change_Logo.svg.png

Il "codice Rosso" è una legge della Repubblica Italiana a tutela delle donne e dei soggetti deboli che subiscono violenze, per atti persecutori e maltrattamenti. Il Parlamento ha approvato la legge n. 69 del 2019, volta a rafforzare la tutela delle vittime dei reati di violenza domestica e di genere tramite interventi sul codice penale e sul codice di procedura penale. Il provvedimento scaturisce dall'esame parlamentare del disegno di legge del Governo relativo al c.d. codice rosso (AC. 1455). Il testo è tratto dal sito:
https://www.camera.it/temiap/documentazione/temi/pdf/1154235.pdf?_1573172555581

87c8a7cc-0565-4290-8d7f-2709804d5558.jpg