PROSPETTIVA VALLA

La Prospettiva Valla è dedicata al grande filologo e umanista Lorenzo Valla (1407 - 1457). Con la sua opera e il suo lavoro, la filologia prende la strada del "fact checking", vale a dire dell'accertamento linguistico-grammaticale dei documenti culturali e storici, visto in funzione politica e sociale. Il lavoro filologico diventa lo strumento attraverso il quale si può attuare il progetto umanistico della ricerca della verità morale e storica dell'umanità, in funzione di un reale processo di crescita sociale collettiva. "L'invenzione della tradizione" è il processo esattamente inverso e in un'epoca di fake news e di bias confermativi è evidente che, mai come oggi, la lezione del Valla e dell'intero movimento umanista sia più che mai attuale e necessaria. Inoltre, il valore della grammatica e dell'esegesi permettono di condurre lo studio umanista lungo l'asse della ricerca del dettaglio lessicale come cura della "fatica del concetto". Scrivere e comprendere linguisticamente in maniera corretta significa pensare consapevolmente e, quindi, giudicare criticamente, critical thinking, il proprio pensiero e quello degli altri, in un'epoca, come la nostra, di un'ossessiva ricerca della comunicazione sociale.

lorenzo_valla_aport011.png

BiblioFilia
Lavoro svolto nell'ambito del PCTO a.s. 2021/2022 classe 3B classico a.s.2021/2022 Liceo Statale "F. De Sanctis" Salerno

(Playlist)

0.gif
2193252_FCOV.jpg
0.gif
photo5823411144805693684.jpg

Contributi a "La Giustizia di Zeus"

photo5823411144805693684.jpg

Contributi a "La Giustizia di Zeus"

2193252_FCOV.jpg

Contributi a "Il Frammento Lebedev"

photo5823411144805693684.jpg

Contributi a "La Giustizia del Mare"

E. R. Dodds, "Pagani e cristiani in un'epoca di angoscia. Aspetti dell'esperienza religiosa da Marco Aurelio a Costantino. (Lezione prima).
di Vincenzo Schiavone