Salerno: Michele Mele "L'Universo tra le dita. Storie di scienziati ipovedenti o non vedenti".

Il Prof. Michele Mele, il 2 dicembre 2002 alle 17,30, presso la Library in the City, sita in via Patella 2, traversa di Corso Vittorio Emanuele, nella sede dell'Associazione Sodalis di Salerno, partendo dal suo testo , "L'Universo tra le dita. Storie di scienziati ipovedenti o non vedenti", renderà partecipe l'uditorio della preziosa vita di figure importanti della storia della scienza ipovedenti o non vedenti.

Organizzato dal Liceo "F. De Sanctis" di Salerno, l'evento si propone di mostrare l'importanza dei processi virtuosi di inclusione e l'inconsistenza degli stereotipi, allorquando i processi di inclusione favoriscono le possibilità per le persone con bisogni speciali di seguire la strada del proprio talento, al di là degli ostacoli materiali o ideologici.

Nato a Salerno nel 1991 con un’eredodegenerazione retinico-maculare, Michele Mele ha conseguito la Laurea Magistrale in Matematica presso l’Università degli Studi di Salerno ed il Dottorato di ricerca in Scienze Matematiche ed Informatiche presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Svolge, inoltre, attività di ricerca su problemi di Ottimizzazione Combinatoria presso l’Università degli Studi del Sannio a Benevento e coordina il progetto “Accessibilità all’Arte” del Touring Club Italiano di cui è l’ideatore, un’iniziativa volta alla creazione di riproduzioni tattili di beni artistici bidimensionali per ipovedenti e non vedenti. Collabora inoltre con numerose testate giornalistiche tra cui la rivista specialistica musicale Bright Young Folk, il periodico di attualità Yorkshire Bylines ed il sito sportivo Il Calcio a Londra. Nel 2021, per la Edizioni Efesto, ha pubblicato il suo primo libro "L'universo tra le dita. Storie di scienziati ipovedenti o non vedenti".