Parigi: «Au frontières de l’humain», dall’«Origine della specie» di Darwin fino all'Antropocene.

Al Museé de l’Homme di Parigi, fino al 30 maggio 2022, il Postumano si mostra, tra filosofia e scienza.

La mostra - rassegna, «Au frontières de l’humain», è divisa in cinque capitoli, con un prologo e una conclusione. Si apre con il prologo, un’opera di Samuel Yal, L’uomo esploso. Le quattro parti sono: «Io sono un animale eccezionale», «Io sono un campione», «Io sono un cyborg», «Io sono un mutante». Sembra quasi riflettere un percorso che va da "Umano troppo Umano" di Nietzsche a "L'Uomo è antiquato" di Günther Anders. Al di là di questa interpretazione, la "conclusione" è una dura domanda come ammonimento: l’antropocene sta trascinando l’umanità alla catastrofe, a causa di un'economia che tende a sfruttare le risorse senza limiti? Ancora non è detto, ma bisogna far presto. (V.S.)


8 visualizzazioni