Oporto: The art of mushrooms. L'Arte dei Funghi, nell'inquietudine ecologica dell'oggi.

La mostra «The art of mushrooms», ospitata al museo Serralves di Oporto, visitabile fino al 31 dicembre, a cura di Francesca Gavin, costituisce una sorta di riflessione artistica sulla micologia che apre alla riflessione sulla storia della natura e il futuro dell'uomo.

Immagine: Seana Gavin, Mindful Mushroom, 2017

I funghi crescono spontaneamente in zone in cui vi sono stati disastri ambientali e degrado ecologico. Costituiscono una metafora e un caso di studio che va ben oltre l’ambito micologico, perché indicano come sopravvivere nonostante le usurpazioni dell’uomo sulla natura. L'interesse per spore, funghi, miceti si diffonde dalla letteratura all’architettura, dalla scienza alla moda. Costituisce un inquietante, ma istruttivo spettro sulle paure e le speranze di un'umanità sempre più consapevole delle sue responsabilità nei confronti della natura. Per molti artisti i funghi, tra gli organismi più misteriosi del pianeta, rappresentano la sperimentazione e l'osservazione di potenzialità misteriose.

I funghi sono diventati la metafora dei nostri tempi. Gli artisti internazionali riuniti nella mostra «The art of mushrooms» hanno lavorato con diverse espressioni artistiche e guardano anche a nuovi modelli di arte contemporanea e riflessioni su politica, tecnologia, economia e design. The Art of Mushrooms cerca di rispondere al perché artisti e designer sono così attratti dai funghi e dal micelio e perché i funghi sono così importanti per la cultura umana.

Programma e contenuti della mostra:

2206_roteiro_artofmushrooms_site
.pdf
Download PDF • 2.89MB

11 visualizzazioni