La relazione al Parlamento 2022 del garante delle persone private della libertà di Mauro Palma

Il 20 giugno alle ore 11,00 nella Sala della Minerva del Senato della Repubblica il Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale ha presentato la Relazione al Parlamento 2022, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

"Molti paesi europei prevedono una figura di garanzia dei diritti delle persone private della libertà. In Italia un percorso avviato fin dal 1997 ha portato all’istituzione del Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale alla fine del 2013, ma la nomina del Collegio e la costituzione dell’Ufficio, che hanno consentito l’effettiva operatività, sono avvenuti solo nei primi mesi del 2016. Si tratta di un organismo statale indipendente in grado di monitorare, visitandoli, i luoghi di privazione della libertà (oltre al carcere, i luoghi di polizia, i centri per gli immigrati, le Residenze per le misure di sicurezza -REMS, recentemente istituite dopo la chiusura degli Ospedali psichiatrici giudiziari, gli SPDC -cioè i reparti dove si effettuano i trattamenti sanitari obbligatori, ecc.). Scopo delle visite è quello di individuare eventuali criticità e, in un rapporto di collaborazione con le autorità responsabili, trovare soluzioni per risolverle. Inoltre, presso le istituzioni sulle quali esercita il proprio controllo, il Garante nazionale ha il compito di risolvere quelle situazioni che generano occasioni di ostilità o che originano reclami proposti dalle persone ristrette, riservando all’autorità giudiziaria i reclami giurisdizionali che richiedono l’intervento del magistrato di sorveglianza. Dopo ogni visita, il Garante nazionale redige un rapporto contenente osservazioni ed eventuali raccomandazioni e lo inoltra alle autorità competenti. Ogni rapporto, normalmente un mese dopo essere stato recapitato, viene pubblicato sul sito web del Garante nazionale, unitamente alle eventuali risposte pervenute".

Dal sito: https://www.garantenazionaleprivatiliberta.it/gnpl/pages/it/homepage/ilgarante/chisiamo/

Per accedere alle pubblicazioni: https://www.garantenazionaleprivatiliberta.it/gnpl/pages/it/homepage/pub_rel_par/

Segnaliamo la serie di pubblicazioni "Da Dove", a cura del Garante Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale, che consiste in una collana, pubblicata "per ricordare le battaglie fatte e vinte, ma anche la strada ancora da percorrere per continuare la marcia per l’affermazione, il consolidamento e il progresso dei diritti delle persone".

Il primo volume, Lo Stato non uccide, è sulla pena di morte con documenti, testimonianze, discorsi su un diritto, quale quello alla vita, ancora non pienamente affermato in tutto il mondo.

Lo Stato non uccide
.pdf
Download PDF • 1.18MB

Il secondo volume, Il reato impossibile, è sull’abolizione del reato di plagio, con il testo della sentenza con cui la Corte costituzionale nel 1981 ha dichiarato illegittimo l’articolo 603 del codice penale e un’ampia documentazione sul casoBraibanti, prima e unica sentenza di condanna per plagio pronunciata in Italia, nel 1968.

Il Reato impossibile
.pdf
Download PDF • 1.67MB

Il terzo volume, In gabbia, è sulla progettazione di uno spazio dove l’individuo recluso possa ritrovare qualche indicazione di possibile benessere, pur nella difficile contingenza della situazione vissuta. In apertura, il discorso di Piero Calamandrei alla Camera dei Deputati pronunciato il 27 ottobre 1948 e il celebre testo di introduzione al numero speciale di marzo 1949 della rivista Il ponte, dal titolo Bisogna aver visto.

In Gabbia
.pdf
Download PDF • 1.68MB