La casa editrice Utopia alla XXXIII edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino

Il direttore editoriale della casa editrice UTOPIA di Milano, dott. Gerardo Masuccio, commenta per noi la partecipazione al Salone del Libro di Torino.

"Tra il 14 e il 18 ottobre, decine di migliaia di lettori si sono raccolte nei padiglioni torinesi del Salone del libro, abbastanza distanti da evitare ogni contagio, ma unite da una passione comune e, dunque, vicine. Circa 150.000 i partecipanti, sostiene l’organizzazione, di cui 22.000 studenti e addetti ai lavori da circa quaranta paesi. Più di quanto non fosse accaduto nell’ultima edizione, prima della pandemia. Tra gli ospiti di fama internazionale, gli scrittori Chimamanda Ngozi Adichie, Mathias Énard, Emanuele Trevi, Michel Houellebecq e Antonio Muñoz Molina. I corridoi della fiera sono percorsi da una riflessione condivisa sulla condizione umana e i suoi limiti, sulla crisi dell’Europa contemporanea e la centralità delle vecchie periferie geografiche, che si preparano a ospitare il futuro e sono già protagoniste assolute della letteratura. Costante, tra le pagine dei titoli più letti e nelle conferenze più seguite, la discussione sui diritti dell’uomo e sui principi fondanti della civiltà europea. Senza dimenticare, però, che nel piegarsi a qualsiasi missione – specie a quelle civili e politiche, così contingenti – la letteratura vera può ridursi a cronaca. E, legata all’oggi, estranea al sempre, rischia di perdere la sua vocazione universale". Gerardo Masuccio.

"Utopia è una casa editrice europea di lingua italiana fondata a Milano nel gennaio del 2020. La poetica editoriale di Utopia è improntata alla selezione rigorosa di letteratura di qualità". (Dal sito: https://utopiaeditore.com/)


27 visualizzazioni