"Deficit di credibilità": la marcia dei 200mila a Glasgow ne è una conferma.

Il Segretario Generale dell'ONU, Antònio Guterres, così si è espresso, "deficit di credibilità degli impegni presi", sui lavori del Cop26 a Glasgow.

Gli aspetti solo di facciata preoccupano gli ecologisti di tutto il mondo che ieri sono accorsi in 200mila per la marcia mondiale del Clima Day. Dopo la marcia, indetta venerdì dai Friday for Future, da quello dei popoli indigeni, seguito dai segmenti sulla giustizia climatica, la giustizia antirazzista, dei migranti e dei lavoratori, il serpentone della manifestazione si è svolto lungo le strade della città in maniera imprevista per le sue dimensioni. La sensazione di "Greenwashing" dilaga su temi quali riarmo, missilistica, deforestazione, traffico aereo, estrazione idrocarburi, temi sui quali si profilano numerose marce indietro da parte di varie Nazioni.